Attivare o rinnovare il piano personalizzato di sostegno per persone con grave disabilità

Attivare o rinnovare il piano personalizzato di sostegno per persone con grave disabilità

La Regione Sardegna eroga finanziamenti ai Comuni per la realizzazione di piani personalizzati che prevedano interventi socio-assistenziali a favore di bambini, giovani, adulti e anziani con disabilità grave ai sensi della Legge 05/02/1992, n. 104, art. 3, com. 3. Questi piani sono finalizzati allo sviluppo della piena potenzialità della persona, al sostegno alle cure familiari ed alla piena integrazione nella famiglia, nella scuola e nella società.

I piani personalizzati potranno prevedere, in particolare, i seguenti servizi:

  • servizio educativo, non previsto per coloro che superano i 65 anni
  • assistenza personale dedicata esclusivamente alla persona e/o assistenza domiciliare dedicata alla cura degli ambienti di vita della persona
  • accoglienza presso centri diurni autorizzati, limitatamente al pagamento della quota sociale
  • soggiorno presso strutture sociali, sociosanitarie e residenze sanitarie assistenziali autorizzate per non più di 30 giorni nell’arco di un anno e limitatamente al pagamento della quota sociale
  • attività sportive e/o di socializzazione, non previste per coloro che superano i 65 anni.

L’obiettivo principale è l’alleggerimento del carico assistenziale dei familiari quindi l’attuazione non può essere affidata ai familiari conviventi e ai familiari tenuti agli alimenti ai sensi del Regio Decreto 16/03/1942, n. 262, art. 433.

I piani personalizzati vengono predisposti con il beneficiario, il tutore, il titolare della potestà genitoriale, l'amministratore di sostegno oppure la persona delegata, in seguito alla pubblicazione di apposito bando entro i termini e modalità stabiliti dalla Regione Sardegna.

Requisiti soggettivi

Possono accedere al servizio le persone residenti in Sardegna in possesso della certificazione rilasciata dall'INPS attestante la disabilità grave.

La mancata presentazione della certificazione costituisce motivo di esclusione dal finanziamento.

Approfondimenti

Erogazione del contributo

Il beneficiario deve presentare al Comune la documentazione giustificativa delle spese sostenute ogni mese entro il giorno 10 del mese successivo. La liquidazione ed il pagamento del finanziamento avvengono sotto forma di rimborso delle spese sostenute ed entro il mese di presentazione della documentazione.

Se la documentazione viene presentata oltre il giorno 10, sarà liquidata entro il mese successivo.

Ai fini della liquidazione l'importo complessivo del finanziamento è suddiviso in dodici mensilità con un importo più o meno costante.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Sezioni: Servizi sociali
Ultimo aggiornamento: 03/05/2021 10:24.41